MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI
Logo UE
 
Aree Tematiche * DettaglioAreaTematica
La Direttiva UE n. 957 del 2018

In aggiunta alle disposizioni sulla parità di trattamento dei lavoratori distaccati, la Direttiva UE n. 957 del 2018 sostituisce il riferimento alle “tariffe minime salariali” con quello più ampio di “retribuzione”, intesa come insieme degli elementi costitutivi della stessa previsti da disposizioni legislative, regolamentari, amministrative e dai contratti collettivi.

Ed infatti, la Direttiva amplia le materie per cui si prevede l’applicazione della legge dello Stato membro ospitante (alloggio, indennità o rimborso spese di viaggio, vitto e alloggio in caso di trasferte o viaggi richiesti dalla società distaccataria).

Inoltre, la Direttiva introduce il concetto di ”trasparenza retributiva”, obbligando ciascuno Stato membro a pubblicare sul sito web istituzionale tutti gli elementi di cui è composta la retribuzione, così come tutte le altre condizioni di lavoro e di occupazione applicabili al lavoratore distaccato in base a leggi, regolamenti o contratti collettivi vigenti nello Stato di distacco.

Di particolare rilievo è che la Direttiva in corso di recepimento dispone la diminuzione da 24 a 12 mesi del periodo massimo di distacco. Dopo i 12 mesi (estendibili a 18 con notifica motivata del prestatore di servizi), al lavoratore distaccato verranno applicate le condizioni di lavoro e di occupazione previste dallo Stato membro ospitante ad esclusione delle procedure, le formalità e le condizioni per la conclusione e la cessazione del contratto, le clausole di non concorrenza ed i regimi pensionistici integrativi di categoria.

In particolare, dopo 12 mesi, al lavoratore distaccato sarà applicata la normativa in materia di contribuzione previdenziale dello Stato membro di distacco. Nel caso in cui il lavoratore distaccato sia sostituito da un altro lavoratore, il periodo di 12 mesi (o 18 mesi) dovrà essere calcolato sommando i periodi di distacco di ciascun lavoratore.




 

 

Seguici su
facebook twitter instagram youtube linkedin